Scappa dai Carabinieri: spacciatore beccato con un “sasso” di cocaina. In casa del pusher i militari hanno trovato anche un “tesoretto”: quasi 3mila euro in contanti.

Spacciatore con tanta “fretta”

Tanta. Troppa fretta di infilarsi dentro il portone di un condominio di viale Fulvio Testi. E il motivo di tutta questa voglia di correre sarebbe emerso da lì a pochi minuti, quando i militari hanno varcato la soglia dell’appartamento all’interno del quale il pusher di turno viveva. È stato arrestato con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio il 23enne di nazionalità marocchina intercettato sabato sera su viale Fulvio Testi dai Carabinieri nel Nucleo Radiomobile della Compagnia di Sesto San Giovanni. Alla vista delle divise, il nordafricano ha accelerato il passo in maniera vistosa, fino a quando ha “puntato” il portone d’ingresso di uno stabile. L’obiettivo (non raggiunto) era quello di seminare le divise, sparendo nell’androne.

Il “sasso” di droga e 3mila euro in contanti

droga cocaina carabinieri 2
Il “sasso” di cocaina trovato dai Carabinieri pesava 60 grammi

Il 23enne, pregiudicato, risultava senza documenti in regola e senza fissa dimora. Tuttavia aveva in possesso un appartamento del condominio davanti al quale è stato fermato. Dentro la casa, i militari hanno trovato – contenuto in un barattolo – un “sasso” di cocaina, dal peso di 60 grammi. Non solo. A finire sotto sequestro è stato anche un “tesoretto” da 2.900 euro in contanti, considerato provento dell’attività illecita. Il 23enne, dopo l’udienza di convalida del fermo in Tribunale che si è tenuta ieri mattina, lunedì, è finito in carcere.