Senegalese chiama la Polizia e fa prendere due truffatori dello specchietto. Ha visto i malviventi che davanti al supermercato avevano avvicinato un anziano per spillargli soldi per un finto incidente.

Senegalese “inchioda” due truffatori

Da una parte il senso civico di un giovane cittadino di origine africana, che davanti alla Coop di viale Italia, a Sesto San Giovanni, aiuta i clienti a mettere a posto la spesa per qualche euro. Dall’altra il pronto intervento della Squadra volanti del Commissariato di Sesto, che (allertata) è riuscita a rintracciare i balordi entrati in azione nel parcheggio del supermercato. Una bella e fruttifera collaborazione che ha permesso di denunciare due malviventi di origine slava, di 40 e 41 anni, per i quali è scattato anche il foglio di via da Sesto.

La truffa dello specchietto non riesce

L’episodio è avvenuto sabato, nel parcheggio della Coop. I truffatori avevano preso di mira un 80enne, che dopo aver fatto la spesa stava per uscire dal posteggio in retromarcia con la sua auto. A un certo punto ha sentito una botta sulla carrozzeria. Poi si sono fatti avanti i due energumeni, che – minacciosi – lo hanno accusato di aver colpito la loro macchina, una Alfa 147 grigio chiaro, che presentava vistosi danni alla fiancata destra. Eccessivi, verrebbe da dire, per un semplice contatto da parcheggio. Sta di fatto che i due truffatori volevano che la vittima pagasse subito, cash, in contanti, il danno arrecato. L’80enne non aveva abbastanza soldi con sé. Per questo insisteva perché venisse compilata la constatazione amichevole. Ma i balordi non ne volevano sapere. Pretendevano il pagamento immediato.

Leggi anche:  Scontro tra filobus e camion dei rifiuti: feriti gravi - FOTO
truffa dello specchietto truffatori finto incidente
L’Alfa 147 usata dai truffatori per simulare gli incidenti, fermata dalla Polizia di Stato

L’intervento del senegalese

Il dialogo acceso tra l’anziano e i truffatori è stato notato dal giovane cittadino senegalese, che  – capito che qualcosa non tornasse – ha preso in mano il suo telefono allertando il 112, il Numero unico emergenze. La Polizia, a seguito di numerose segnalazioni incentrate proprio sulle truffe dello specchietto, aveva deciso di potenziare i controlli su questi episodi. E due pattuglie (di cui una in borghese) erano proprio a pochi minuti di distanza dal super. I truffatori si erano già allontanati, ma sono stati intercettati poco distante dai poliziotti, grazie alla descrizione dell’auto e degli occupanti, che poi sarebbe emerso avere alle spalle pagine e pagine di precedenti specifici. Per simulare il rumore dell’incidente (inesistente) avevano tirato un sonoro pugno sull’auto dell’80enne.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI