Spacca il vetro di un’auto: arrestato, evade dopo pochi minuti. Il 45enne, italiano, è stato visto dentro l’abitacolo di un taxi parcheggiato da un poliziotto fuori servizio.

Arrestato per il tentato furto su auto

E’ finito in manette per tentato furto aggravato ed è stato anche denunciato a piede libero per evasione il 45enne fermato domenica pomeriggio, attorno alle 16, dalla Squadra volante del Commissariato di Polizia. L’uomo aveva preso di mira un taxi posteggiato in via Palermo, a Sesto San Giovanni. Dopo aver mandato in frantumi uno dei finestrini, si era intrufolato dentro l’abitacolo dell’auto. Un agente di Polizia fuori servizio, di passaggio, ha notato il vetro in frantumi e il 45enne che frugava nei vani portaoggetti della macchina. Il 45enne è stato poi bloccato dopo che l’agente ha chiesto l’intervento sul posto dei colleghi in divisa.

Processato, finisce ai domiciliari ed evade subito dopo

Il 45enne è stato processato per direttissima ieri mattina, lunedì. Il fermo è stato convalidato dal giudice, che ha deciso di spedire il ladro ai domiciliari in attesa della prossima udienza del procedimento a suo carico. Gli agenti, finito il processo, hanno portato l’uomo nella sua abitazione di Cinisello Balsamo, all’interno della quale sarebbe dovuto rimanere, vista la misura cautelare. E invece ha pensato bene di evadere dopo pochi minuti. Gli stessi poliziotti che lo avevano portato a casa, infatti, si sono imbattuti in lui, in strada, girato l’angolo. Per questo è stato denunciato per evasione, in attesa che il giudice si esprima ora su un aggravamento della misura. Per il 45enne, quindi, potrebbero presto aprirsi le porte di un carcere vero.

Leggi anche:  Una aggressione, uno scontro di gioco, un malore e un infortunio sul lavoro SIRENE DI NOTTE