Iri sera è scattata un’operazione “lampo” dei Carabinieri della Compagnia di Treviglio (BG) che ha permesso la cattura di uno spacciatore latitante marocchino di 42 anni, KHAIF ALLAH Said.

Spacciatore latitante ricercato anche a Lecco

L’extracomunitario era ricercato dal Gennaio 2018 dalla Squadra Mobile di Lecco nell’ambito di una vasta indagine antidroga denominata “Galleria 2016”. Il nome deriva proprio dall’insegna di un Bar di Lecco intorno al quale ruotava il circuito del traffico di droga e dove è stato arrestato anche il titolare. Nell’operazione antidroga era stato ricostruito un vasto giro di spaccio di sostanze stupefacenti sul territorio di più province lombarde, tra cui anche quella di Bergamo, che vedeva coinvolto un sodalizio criminale composto da italiani e stranieri. In tutto una ventina di indagati a vario titolo, alcuni dei quali già andati anche a giudizio di 1° grado (con pene importanti anche intorno ai 10 anni di carcere), in un’indagine antidroga sviluppata tra il 2016 ed il 2017 (nei territori delle province di Milano, Lecco, Monza e Brianza ed anche Bergamo).

Cocaina e hashish da Brembate a Cologno al Serio

Si parla di cocaina e hashish, cedute nella Bergamasca nell’ambito dei Comuni di Brembate, Capriate San Gervasio e Cologno al Serio (BG). L’indagine era stata coordinata dalla Dott.ssa Carmen Santoro della Procura della Repubblica di Bergamo, a seguito della quale era stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere da parte del GIP Marina Cavalleri anche a carico di KHAIF ALLAH Said. Questa importante indagine era tra l’altro anche collegata ad una parallela della Procura della Repubblica di Lecco. Tale provvedimento restrittivo era però rimasto ineseguito a causa dell’irreperibilità dello straniero, tra l’altro da sempre clandestino in Italia.

Arrestato a Oriocenter

La svolta è arrivata ieri sera, quanto appunto gli investigatori dell’Arma del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Treviglio (BG) hanno “sconfinato” sino al Centro Commerciale Oriocenter a Orio al Serio , dove hanno appunto localizzato e catturato tale ricercato. Nessuna reazione da parte del 42enne, sorpreso comunque dall’intervento dei militari dell’Arma, in quanto chiaramente inaspettato. Sorpresa ed un po’ di panico tra i presenti quando i militari hanno ammanettato ed immobilizzato il ricercato magrebino. Terminate le formalità di rito il marocchino dichiarato latitante è stato accompagnato in Caserma a Treviglio e, dopo la notifica dell’OCCC, tradotto in carcere a Bergamo. Nei prossimi giorni verrà interrogato dal GIP del Tribunale di Bergamo.
 

TORNA ALLA HOME