Vendeva cocaina in centro a Trezzo sull’Adda.

Spacciatore individuato dai carabinieri

I carabinieri della Compagnia di Vimercate, nel corso di un servizio di osservazione discreta iniziato in un’area di spaccio nel centro di Trezzo sull’Adda, hanno pedinato un 37enne marocchino, bloccandolo a bordo di un’utilitaria nei pressi della propria abitazione a Capriate San Gervasio.

L’uomo ha tentato di scappare

L’uomo ha tentato la fuga a piedi, inciampando e rovinando al suolo, procurandosi una ferita lacero contusa al capo. Nelle sue tasche i militari dell’Arma hanno rinvenuto 30 grammi di cocaina già suddivisa in oltre 50 dosi, pronte per essere smerciate e delle quali il pusher ha cercato di liberarsi lanciandole in strada, mentre nell’abitazione sono stati scoperti 11mila euro in contanti, verosimilmente provento dell’attività di spaccio, essendo l’uomo privo di occupazione. Il pusher è comparso innanzi al giudice della direttissima.

Altre operazioni dei militari in zona

Nell’ambito del contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti i carabinieri del Comando Provinciale di Milano hanno tratto in arresto 10 pusher e sequestrato 26,5 chili di droga, 11mila euro in contanti e 23 piante di cannabis.

A Garbagnate hanno bloccato un 36enne italiano, alla guida di un veicolo, insieme a un 30enne marocchino, trovati in possesso di 95 grammi di eroina, suddivisi in 2 sacchetti. All’interno dell’area boschiva, dove avveniva l’attività di spaccio, sono invece stati bloccati i 2 complici, 2 marocchini di 20 e 25 anni, trovati in possesso di 60 grammi di hashish e di alcuni grammi di eroina, nonché di un bilancino di precisione, di materiale per il confezionamento delle dosi e di un machete di oltre 40 centimetri con il quale, in alcune occasioni, avevano anche minacciato gli ignari frequentatori dell’area verde, allo scopo di evitare che disturbassero l’illecita attività di cessione della droga.

Leggi anche:  Testa di maiale fuori dalla sede del Pd di Capriate

Ad Arluno sono stati arrestati un 29enne e una 41enne, già noti alla Giustizia, che viaggiavano a bordo di un’utilitaria. I militari hanno trovato nella borsa della donna 160 grammi di marijuana, suddivisi in 2 sacchetti. La successiva perquisizione presso l’abitazione della coppia, nel Novarese, ha consentito di scoprire 2 serre, accessoriate con ventole, luci e irrigatori, all’interno delle quali erano coltivate 9 piante di cannabis dai 20 ai 50 cm di altezza, mentre altre 80 erano in fase di germinazione. In 2 tende destinate all’essiccazione sono state trovate ulteriori 16 piante già estirpate. Un’altra brillante operazione si è svolta a Cologno Monzese.