Sperona i Carabinieri e finisce contro un furgone: aveva 2 chili di droga. E’ finito con l’arresto l’inseguimento di un 26enne a bordo di una potente moto Kawasaki.

Fugge dai Carabinieri e li sperona: aveva molta droga

Si è presto scoperto il motivo che nei giorni scorsi ha spinto un 26enne a darsi alla fuga alla vista di una gazzella del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Sesto San Giovanni. I militari in pattuglia hanno visto uscire dal passo carrabile di un condominio di via Sabin, a Cinisello Balsamo, la moto di grossa cilindrata. L’uomo alla guida (che aveva in spalla un grosso zaino) a quel punto ha messo in atto una manovra “di scontro”: ha invertito il senso di marcia, nel tentativo di non farsi fermare. Ha ignorato il segnale di alt dei Carabinieri, andando a sbattere contro l’auto di servizio dell’Arma. Il 26enne però ha mantenuto (per poco) il controllo della moto, che dopo un breve inseguimento è andata a schiantarsi contro un furgone parcheggiato.

Leggi anche:  Denunciati due pizzaioli che scroccavano il gas

Scappa a piedi perdendo scarpe e borsone (ripieno di marijuana)

Non contento, e con la Kawasaki ormai sull’asfalto, l’uomo (italiano, che risulta residente in provincia di Asti) ha tentato la fuga a piedi, perdendo le scarpe. I militari gli sono stati dietro (inseguendolo a piedi) per alcune centinaia di metri, riuscendo alla fine a bloccarlo. Dentro il borsone che aveva difeso così strenuamente, il Norm ha rinvenuto 2,1 chilogrammi di marijuana, chiusi in due sacchetti di plastica trasparente. I Carabinieri hanno trovato anche il box che pare fosse stato usato come deposito: dentro i militari hanno rinvenuto diversi scatoloni, con tracce della stessa droga. E’ probabile che la “merce” prima stoccata dentro le scatole fosse quella inserita nel borsone. Processato per direttissima, il 26enne è stato poi trasferito nel carcere di Monza.