Targhe straniere, sono scattati i controlli della Polizia Locale ai veicoli in base alla nuova normativa inerente il Codice della strada.

Targhe straniere

Secondo le più recenti disposizioni infatti, l’automobilista residente in Italia da più di sessanta giorni non più circolare con una vettura immatricolata all’estero. Un provvedimento introdotto per evitare abusi visto che con tale stratagemma molti riuscivano a eludere la ricezione dei verbali delle multe.

Controlli

La Polizia Locale di Cologno Monzese ha eseguito un controllo mirato nella mattinata di giovedì 17 ottobre. Sono stati fermati tre veicoli con targa straniera. Due erano rumene e una bulgara. Per tutti è scattata la sanzione da 712 euro e il ritiro della Carta di circolazione per 60 giorni.

Le conseguenze

Gli interessati, per mettersi in regola, devono o immatricolare il veicolo in Italia, oppure riportarlo all’estero. In caso di inadempienza scatterebbe la confisca dell’auto.

Un denunciato

Uno dei due rumeni fermati è stato anche denunciato a piede libero. Il libretto della vettura infatti, era autentico, ma non il tagliando dell’avvenuta revisione, che invece era falso. Per questo è stato deferito a piede libero per falsificazione di documenti.

Leggi anche:  Investito da un'auto: ciclista 40enne morto in ospedale

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.