Presa di posizione dei soci contro una decisione del commissario a Trezzo.

Tensione in Villa Gina

Mercoledì per tutti i soci del Parco Adda Nord c’è stata una cartina di tornasole durante l’assemblea nella sede di Villa Gina a Trezzo. “Il commissario ha chiesto di modificare la Commissione ambiente – ha raccontato il primo cittadino di Truccazzano Luciano Moretti – Ci sono state parecchie obiezioni, è mancato il numero legale e la delibera non è passata. Lui sostiene che con il decadimento del Consiglio di amministrazione si proceda al rinnovo anche della Commissione, ma il regolamento prevede che questo avvenga alla scadenza, quando c’è il rinnovo dei vertici”.

Momenti difficili per il Parco Adda Nord

La tensione è salita. “Gli ho detto di avere un atteggiamento meno aggressivo nei confronti dei dipendenti del Parco e di valutare le professionalità che ha a disposizione – ha proseguito il borgomastro di Truccazzano – Il direttore Cristina Capetta non ha voluto sciogliere la Commissione e lui ha risposto che lo farà con un atto di forza. Non è il modo di porsi, da solo non andrà da nessuna parte”. Ma l’assemblea ha reagito. “Il fatto che la maggior parte dei sindaci si sia alzata e andata via facendo mancare il numero legale è un segnale forte”, ha concluso.