Per almeno quattro delle otto famiglie morose che vivono nelle case pubbliche di via Adda a Trezzo il tempo per la negoziazione è finito. E per bloccare l’ufficiale giudiziario sono pronte alla mobilitazione.

L’ultima battaglia delle famiglie morose

Le procedure di sfratto esecutivo sono partite e l’Amministrazione ha dichiarato che non c’è la possibilità di arrestarle. Per questo, supportate dal Sicet, quattro delle otto famiglie morose che vivono nelle case comunali di via Adda sono pronte a scendere in strada pur di fermare la procedura di sfratto esecutivo.

Prima dello scontro una lettera di appello

Gianluigi Colombo, il referente del Sicet è pronto a scrivere una lettera al borgomastro Danilo Villa, affinché possa scongiurare all’ultimo l’intervento della Forza pubblica. Lo stesso hanno intenzione di farlo le famiglie coinvolte.

Leggi l’articolo completo sul numero della Gazzetta dell’Adda in edicola e sullo sfogliabile online.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.