Truffa del finto incidente davanti all’ospedale: anziano non ci casca. Ha allertato i Carabinieri: il malvivente voleva 100 euro “cash” per un presunto danno alla sua auto.

Anziano sventa una truffa

Il tentativo di raggiro è avvenuto ieri pomeriggio, venerdì, attorno alle 16, davanti alla clinica Multimedica di via Milanese, a Sesto San Giovanni. In azione un uomo, tra i 40 e i 50 anni, robusto, con barba incolta e capelli un po’ diradati. Ha avvicinato la sua vittima, un anziano che era appena uscito dall’ospedale. “Guardi quel graffio – gli ha detto – Me lo ha fatto lei quando ha parcheggiato la sua auto”. In effetti sia sulla macchina dell’anziano, sia su quella che il truffatore asseriva fosse la sua c’erano dei graffi, che sembravano compatibili a un contatto tra i due veicoli.

Il truffatore si dà alla fuga

Il malvivente a quel punto ha iniziato ad aggredire verbalmente l’anziano, chiedendogli un risarcimento immediato: 100 euro, per evitare di passare attraverso le assicurazioni. Si tratta infatti del classico “copione” delle cosiddette truffe dello specchietto. Ma la vittima ha iniziato a sentire puzza di bruciato. E’ stato a quel punto che si è irrigidito, prendendo in mano il cellulare e allertando il 112. E’ bastato questo a spingere il truffatore a darsela a gambe. I Carabinieri, giunti sul posto, hanno accertato come la macchina che il balordo aveva dichiarato essere la sua fosse invece di un’altra persona, ignara di tutto e che nulla aveva avuto a che fare con il raggiro. E’ molto probabile che il malvivente abbia usato una moneta, o un altro oggetto metallico, per graffiare le due vetture.

Leggi anche:  Scarica mobili nei campi: denunciato e multato