Truffa delle riviste, raffica di patteggiamenti. Ieri, lunedì 24 settembre, in Tribunale a Monza l’udienza preliminare per la banda con sede a Cologno e Brugherio che a febbraio era stata incastrata dalla Guardia di Finanza.

Truffa delle riviste

L’inchiesta era nata da una denuncia sporta nel 2015 da un 67enne di Ivrea che con numerose e pressanti telefonate era stato convinto a pagare ottomila euro per abbonamenti non saldati a riviste delle Forze dell’ordine. Riviste che, in realtà, non aveva mai richiesto di ricevere.

Gli arresti

A febbraio era scattato il blitz delle Fiamme gialle di Monza insieme ai colleghi piemontesi. Era emerso un giro di truffe che aveva portato nelle tasche della banda di truffatori, che aveva le sue basi tra Cologno e Brugherio, oltre due milioni di euro. Il caso più eclatante riguardava un anziano di Milano, cui erano stati sottratti 150mila euro.

Il processo

Durante l’udienza preliminare gli imputati hanno richiesto il patteggiamento e il rito abbreviato. Il 23 ottobre è in programma la discussione degli abbreviati, poi la sentenza con i patteggiamenti.

Leggi anche:  Incendio distrugge trenta pulmini per trasporto disabili

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI