Ubriaco al volante provoca un triplice tamponamento. Nel sangue aveva un tasso alcolemico sei volte oltre il consentito. E’ successo ieri, lunedì 4 marzo 2019 a Trezzo sull’Adda.

Ubriaco al volante provoca un triplice tamponamento

Mattinata intensa, lunedì, per la Polizia Locale impegnata in un triplice tamponamento avvenuto, in orario di punta, sul cavalcavia dell’Autostrada. Erano le nove quando, a causa del traffico, un Nissan Qashqai ha frenato di colpo ed è stato tamponato da una Volkswagen Polo, a sua volta spinta da una Fiat Doblò. Giunti sul posto gli agenti Paolo Camagni e Chiara Ferreri, come da prassi, hanno sottoposto i guidatori all’alcol test, scoprendo che quello che era a bordo del Doblò, risultato ubriaco.

A suo dire aveva bevuto solo un caffè corretto

Mentre l’ambulanza ha portato in ospedale l’unica ferita coinvolta nel tamponamento, ovvero una trentaduenne di Pozzo, finita in codice verde a Melzo, gli agenti hanno portato il conducente del Doblò, un uomo, classe 1970 residente a Monza e domiciliato a Masate in Comando per gli accertamenti del caso. Come da prassi, a seguito del secondo rilevamento, è risultato che nel sangue aveva una quantità di alcol pari a 3.05 grammi su litro. Quindi, ben sei volte oltre il limite consentito (è pari a 0.5 grammi su litro). Tra l’altro, per cercare di giustificarsi,  il conducente ha dichiarato agli agenti di avere bevuto soltanto un caffè corretto.

Leggi anche:  Protezione civile in azione lungo l'alzaia a Trezzo sull'Adda

La sanzione e la denuncia

Il monzese è stato quindi denunciato penalmente per guida in stato di ebbrezza. Inoltre gli è stata revocata la patente, ma non gli è stato requisito il veicolo, dato che non era di sua proprietà.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.