Centinaia di persone hanno voluto dare oggi pomeriggio l’ultimo saluto a Padre Giovanni Gadda, il missionario pioltellese scomparso all’improvviso domenica.

L’affetto per Padre Gadda

Si è spento a 76 anni in maniera improvvisa, inaspettata. Aveva appena celebrato il battesimo della piccola Teresa. Una notizia, quella della sua morte, che ha lasciato costernata la comunità di Sant’Andrea che ha sempre nutrito nei suoi confronti un grandissimo affetto. Testimonianza le esequie che si sono tenute oggi pomeriggio. Nonostante si trattasse di un giorno lavorativo, centinaia di persone hanno voluto stringersi introno al prete missionario del Pime per pregare per lui.

Il suo testamento

“Cercate il Signore mentre si fa trovare”, questo il messaggio che padre Joao Barbudo, come lo chiamavano in Brasile dove per 40 anni ha svolto il ruolo di missionario, ha lasciato ai fedeli. “Al mio funerale non voglio elogi, non servono – ha scritto nel suo testamento –  Chiedete se c’è qualcuno tra i miei parenti disposto a prendere il mio posto per continuare a far conoscere il buon Dio”.

Leggi anche:  Polo per Pioltello rivoluzione interna e Ronnie Basile torna in Consiglio

Il ricordo di Don Aurelio

Scosso dalla perdita di un caro amico il parroco don Aurelio Redaelli  che dal pulpito ha salutato così padre Giovanni: “Grazie mille, grazie a Dio per averci dato un dono così grande nella nostra comunità e per la nostra comunità. La sua disponibilità, la sua serenità, il suo essere pronto a dare il necessario per ognuno di noi è il regalo più grande che ci poteva essere fatto”.

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE.