Aveva cercato di fuggire dalla violenza del compagno recandosi a casa della madre, a Segrate. Ma proprio in città ha trovato la morte. Ma la città non vuole dimenticare il suo sacrificio e lancia un grido contro la violenza sulle donne.

Violenza sulle donne, un giardino dedicato ad Antonietta

Antonietta Di Nunno, 35 anni, è stata uccisa il 24 maggio dall’ex compagno. La coppia si era trasferita da Borghetto Lodigiano a Milano, in via Mac Mahon. Ma  Antonietta era scappata a Segrate dalla madre, esaurita dall’ennesima lite con il compagno. Che l’ha raggiunta e l’ha fatta salire sul suo motorino. Ne era nata l’ennesima lite, finita con due colpi di pistola.  Il compagno ha prima ucciso Antonietta, poi si è sparato.

Il ricordo

Mercoledì 30 maggio, alle  17.30, proprio in via Cellini, la donna (e con lei le altre vittime di violenza) sarà ricordata con  letture a cura di D come Donna. Don Stefano Rocca poi benedirà la targa di intitolazione dell’area.

Leggi anche:  Una caduta e una intossicazione etilica SIRENE DI NOTTE

I presenti

Saranno presenti numerose autorità locali. Oltre al sindaco Paolo Micheli, ci saranno le colleghe Ivonne Cosciotti (Pioltello) e Caterina Molinari (Peschiera Borromeo). Annunciate anche le presenze di Viviana Mazzei, assessore alle Pari opportunità del comune di Segrate e di Maria Elena Boschi, sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega alle Pari opportunità.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI