Era un calciatore clandestino, venuto in Italia per diventare un professionista. Ora il cassanese Alain Ngaleu, ex residente a Vimodrone ha dato vita a Educalcio, Onlus che sforna talenti e non solo.

Da calciatore clandestino a formatore di talenti

Alain Ngaleu è andato via dal Camerun a soli 14 anni per venire in Italia convinto da un procuratore che sarebbe diventato un calciatore professionista. Il suo sogno è svanito, ma lui non si è arreso. E’ diventato educatore e ha dato vita nel suo Paese a Educalcio, Onlus nata anche per formare giovani promesse. E, proprio una di queste è in Brasile per i Mondiali Under 17.

La notizia completa sul numero della Gazzetta dell’Adda in edicola da sabato 2 novembre 2019 e nello sfogliabile online.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.