A Cernusco il primo festival dedicato a Verdi. Sono in programma eventi musicali di livello e la proiezione della Prima della Scala a dicembre.

Festival dedicato a Verdi

A Cernusco andrà in scena per la prima volta, a partire da settimana prossima, un festival interamente dedicato a Giuseppe Verdi, universalmente riconosciuto come uno dei più importanti compositori italiani, nell’anno in cui anche il Teatro alla Scala di Milano dedicherà la sua prima al compositore emiliano. Si tratta di un’iniziativa nata grazie alla collaborazione tra Amministrazione Comunale, Rotary Martesana e Cineateatro Agorà e con la direzione artistica di Simona Rosella Guarisio, musicista cernuschese di fama nazionale, ideatrice della rassegna.

Un evento nazionale

Tutti gli eventi sono a ingresso libero. “Ancora una volta Cernusco diventa il centro di un’offerta culturale di alto livello, richiamando artisti di fama nazionale – ha dichiarato il sindaco Ermanno Zacchetti -. Significativa anche la presenza del Sindaco di Busseto ad uno degli eventi, a suggellare il legame che questo festival crea tra Cernusco sul Naviglio e la città natale d Giuseppe Verdi”.

La Prima della Scala… a Cernusco

Il programma si svilupperà attraverso concerti, mostre e guide all’ascolto che si svolgeranno in diversi luoghi culturali della città. In particolare, in occasione della prima scaligera del 7 dicembre, il Cineteatro Agorà proietterà in diretta l’evento: il calendario si svilupperà attorno a questa data per oltre un mese, portando in città personaggi molto noti nel campo dello spettacolo e valorizzando le eccellenze musicali cernuschesi. Anche questi eventi contribuiranno ad arricchire il calendario delle manifestazioni natalizie in città.

Collaborazione tra Comune e associazioni

“Sono felice di aver contribuito a realizzare questa nuova rassegna, frutto come altre della buona collaborazione che si è instaurata tra la nostra Amministrazione Comunale e le realtà culturali del territorio – ha rimarcato l’assessore alla Cultura Mariangela Mariani -. Sono sicura che questo Festival possa avere un richiamo non solo cittadino data l’ampiezza e lo spessore del programma proposto”.