Rodano, coleotteri da premio per Domenico Barboni. Il fotografo e pittore ha ricevuto un riconoscimento internazionale per il suo volume dedicato alle lucciole, i piccoli insetti luminosi.

Rodano, coleotteri da premio

Domenico Barboni è un rodanese doc. Nato e cresciuto in paese, ha affiancato il lavoro alla sua passione per insetti e animali. E’ autore di migliaia di scatti della natura e da una delle sue sequenze è nato un libro dal titolo “Lucciole, vita spericolata di un coleottero pieno di energia”. L’opera è unica nel suo genere. Al suo interno infatti ritrae l’intero ciclo di vita di una lucciola. Una serie che nessuno aveva mai catturato prima e che ha fatto circolare il libro di Barboni in tutto il mondo. Lo scorso fine settimana gli ha permesso anche di essere premiato al concorso internazionale Lago Gerundo.

Un lavoro lungo cinque anni

Per realizzare l’opera, Barboni ha recuperato alcune larve di lucciola e creato un terrario adatto alla loro crescita. “Non è stato facile mantenere la giusta umidità e temperatura – ha raccontato – Il primo anno è nata una femmina, il secondo un maschio. Ho potuto così farli accoppiare e catturare tutti quei momenti. Mi rende orgoglioso nel 2019 essere riuscito a fare qualcosa di unico, che nessuno prima di me aveva fotografato”.

Leggi anche:  Incidente auto-moto e aggressione SIRENE DI NOTTE

Nella Gazzetta della Martesana

La storia di Domenico Barboni, i dettagli sul libro, tutte le curiosità sulle lucciole nell’edizione della Gazzetta della Martesana disponibile in edicola e nell’edizione sfogliabile online a partire da sabato 14 settembre 2019.

Torna alla home per le altre notizie di oggi