Il pedibus è ripartito a Trezzo sull’Adda. E per l’occasione a fare da “autisti” c’erano il sindaco  Centurelli e diversi esponenti della Giunta.

Il pedibus è ripartito a Trezzo sull’Adda

Anno scolastico nuovo, vecchia e sana tradizione: il pedibus. Il percorso pedonale in sicurezza, che ormai da anni accompagna i bambini a scuola è ripartito anche quest’anno. E’ forte del sostegno di 40 volontari che, alternandosi, accompagneranno ogni giorno, i 90 scolari delle elementari iscritti al progetto, sulle canoniche tre linee: azzurra, blu e rossa. Dati da non sottovalutare, sia per il numero di persone che decidono di investire il proprio tempo, gratuitamente, per il bene della società, sia per l’impegno: 5 giorni a settimana per tutto l’anno scolastico è un risultato difficilmente paragonabile.

A fare da conducenti c’erano il sindaco e parte della Giunta

E così, come da tradizione, lunedì 30 settembre 2019, ad accompagnare i bambini, si sono prestati anche il sindaco Silvana Centurelli, e gli assessori Cristian Moioli (Sport), Francesco Fava (Cultura) e Tiziana Oggioni (Servizi sociali), che hanno toccato con mano l’opera che quotidianamente i volontari svolgono a favore dei più piccoli.

 

Leggi anche:  Un neonazista si era candidato consigliere a Trezzo sull'Adda

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.