La Centrale idroelettrica Alessandro Taccani, capolavoro di ingegneria e architettura, in funzione dal 1906 riapre al pubblico con una grande novità.

La Centrale idroelettrica Alessandro Taccani riapre al pubblico.

Ricoperta di ceppo dell’Adda, proprio per richiamare e rispettare l’antico Castello e il promontorio alle sue spalle rimane ancora oggi una fra le Centrali più suggestive. I turisti potranno visitarla nelle giornate del 29 giugno, 11 agosto, 8 settembre e 6 ottobre 2019.

La magia dell’acqua e dell’energia

Le visite partiranno ogni ora, senza la necessità di prenotazione dalle 9.30 alle 17.30 e prevederanno l’ingresso nella sala dei generatori e nella sala liberty dell’impianto. Il percorso di circa un’ora sarà gestito dalle guide Pro Loco che illustreranno ai visitatori il funzionamento della Centrale, la sua storia e anche delle curiosità sulla produzione di energia. L’esperienza sarà resa ancora più suggestiva e interattiva con l’attivazione del nuovo museo ad alta tecnologia e il personaggio virtuale “Hydro” che farà diventare il visitatore protagonista di questa nuova esperienza quasi unica nel suo genere.

Leggi anche:  Un'estate da Camp ...ioni all'ombra di Cristo risorto

Le norme di accesso

Saranno accolti gruppi di 25 persone ogni ora. E’ attesa alta affluenza, e potrebbero svilupparsi lunghe attese. Essendo un luogo di lavoro, e la centrale attiva, non è consentito l’accesso agli animali. Si può parcheggiare in piazza Grande o in via Mazzini a circa 10 minuti a piedi dalla Centrale. L’ingresso è gratuito, Enel green power offrirà gli accessi alla Centrale, a fine giro si può lasciare  un feedback alla Pro Loco per il servizio di guida svolto all’interno dell’impianto.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.