Dalla Scozia per l’Inter, rischiava di non entrare allo stadio: ci andrà con la scuola di Segrate. La storia di Max Donaghey aveva commosso il web, stasera sarà a San Siro con l’Istituto Sabin.

Dalla Scozia per l’Inter, rischiava di non entrare allo stadio

Mamma e papà avevano regalato a loro figlio, Max Donaghey, 12 anni, i biglietti per andare tutti insieme a vedere la partita tra Inter e Sassuolo, in programma questa sera a San Siro. Max infatti è un grande appassionato del club nerazzurro. Era tutto pronto, ma poi il match è stato vietato ai tifosi di casa in seguito agli scontri tra Inter e Napoli, in cui era morto un ultras. Nonostante il viaggio fosse già organizzato, Max e la famiglia rischiavano di rimanere fuori dallo stadio.

L’appello, la risposta e la gioia di un piccolo tifoso

Tramite i canali social dell’Inter, il padre aveva lanciato un appello alla società. I bambini infatti potranno vedere la partita, così l’uomo ha chiesto uno strappo alla regola: non è proprio cosa da tutti i giorni arrivare dalla Scozia in Italia per vedere una partita. La storia aveva commosso il web e il club si era subito mosso per risolvere la situazione. Per la gioia del piccolo tifoso, Max e i suoi genitori stasera saranno seduti sugli spalti del Meazza. Si godranno la partita insieme ai ragazzi dell’Istituto Comprensivo Sabin di Segrate, che hanno accolto la famiglia e non vedono l’ora di passare insieme una serata di divertimento, in un clima di sport vero e sano.

Leggi anche:  Milano, dal 25 febbraio parte l'Area B

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.