A Fara come in tante piazze di tutto il mondo: la voce dei giovani, e dei giovanissimi, si è alzata per protestare contro i cambiamenti climatici a livello globale. Una protesta che ha accomunato tutti sotto la guida dell’attivista svedese Greta Thunberg di soli 16 anni.

Giornata mondiale del clima

Tutti possiamo fare la nostra parte. Da qui è partito l’impegno degli alunni della scuola primaria di Fara Gera d’Adda che venerdì hanno organizzato una manifestazione per celebrare la Giornata mondiale del clima che, mai come quest’anno, ha toccato ogni angolo del pianeta. Coinvolte nel progetto le classi quarte della “Dante Alighieri” che insieme ai docenti Ornella Orlandini, Alessandra Luongo, Francesca Rodi, Bruno Beltrone ed Emanuela Dendena hanno dato vita a un sit-in all’interno del cortile della scuola a dimostrazione che i cambiamenti devono avvenire nelle pratiche quotidiane, perché davvero non c’è più tempo da perdere, ma al tempo stesso sono necessari entusiasmo e forza di volontà per fare bene ed in fretta.

Leggi anche:  4 novembre gli studenti tengono vivo il senso della Patria

“Ci ò 2 ruote”

Per questo i bambini, che in scienze stanno affrontando l’argomento “Clima e dintorni “, hanno deciso che la formula CO2 del biossido di carbonio, dovesse trasformarsi in un messaggio di positività sfruttando l’omofonia divenendo cosi: “Ci ò 2 ruote: cambio-mente riciclettandomi”.

Bicicletta, camminata e riciclo sono il trinomio utile a disinquinare e li dovrebbero praticare tutti, i bambini delle classi quarte, lanciando questo motto vogliono iniziare una cordata solidale per medicare il loro unico meraviglioso pianeta.

TORNA ALLA HOME