Alla scuola secondaria di Cassina de’ Pecchi il laboratorio di scienze c’è, ma è praticamente vuoto. Così gli studenti vanno in radio. Per dire che hanno avviato una raccolta fondi molto particolare. Giovedì mattina dal plesso di via Sirio è andata in onda la trasmissione.

Laboratorio di scienze

Il progetto è stato coordinato da Step 4, un’impresa sociale di educazione alla cittadinanza globale. Così gli studenti delle classe terze hanno iniziato a creare un programma di crowfunding sulla piattaforma Eppela.it.

Attrezzature da acquistare

Il progetto è sostenuto per 500 euro da Fondazione Cariplo. Ma per ottenere tale contributo i ragazzi dovevano raccoglierne almeno altri 500. Giovedì mattina la quota era già arrivata a 1.300. Così potranno essere acquistati un microscopio, vetrini, banchi, sedie e quant’altro.

Laboratorio 2.030

Laboratorio 2.030 è il nome del progetto, che ha impegnato gli studenti a produrre elaborati sullo sviluppo sostenibile. Hanno anche realizzato un video su youtube parlando di ambiente e stili di vita. Giovedì mattina, la web radio “Share radio” ha allestito uno studio nel laboratorio da riempire.

Leggi anche:  Inquinamento, “Abbassiamo il riscaldamento per combattere lo smog”

Intervistati

Nel corso della mattina si sono susseguiti diversi ospiti, tra cui il sindaco, Massimo Mandelli, i referenti della sezione locale dei Lions, Raffaele Contini ed Elirene Barbadoro, e rappresentanti del Comitato genitori.

Sostenibilità ambientale

“L’idea nasce da un corso di formazione seguito dai docenti della secondaria – hanno spiegato le insegnanti Anna Carella, Ilaria Coppolino e Giannina Marsico – Poi è stato esteso agli alunni delle terze per approfondire il tema della sostenibilità ambientale”.

Banchetto

Sempre per favorire la raccolta fondi studenti e prof allestiranno un piccolo mercatino di libri usati e oggettistica il 16 dicembre all’oratorio San Domenico Savio in via cardinal Ferrari dalle 15 alle 18.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.