Le Troiane di Euripide saranno il suggestivo spettacolo che venerdì pomeriggio alle 19.30 sarà portato sul palco da un gruppo di studenti dell’istituto superiore di Cologno Monzese, Leonardo Da Vinci.

Le Troiane

Una tragedia greca, di grande impatto emotivo, che ha affascinato una quindicina di ragazzi che hanno aderito al laboratorio, pur provenendo da indirizzi diversi (e non c’è il liceo classico nell’istituto). La regia è di Adriana Bagnoli e l’ingresso è libero.

Un’esperienza formativa

“E’ stata una sfida – ha raccontato alla prova generale Denisa Petre (che recita la parte di Cassandra), di origine rumena – Era qualcosa che non avevo mai provato e che mi ha messo alla prova nelle mie insicurezze”. Come Zi Ye, di origine cinese, ha recitato una piccola parte nella lingua dei suoi genitori.

“Bellissimo”

“Ho imparato tanto, anche a livello linguistico”, ha aggiunto proprio Zi, che nello spettacolo suona l’arpa e si occupa dei cori. “E’ stato difficile – è stato il commento di Francesca Ghilardi, che interpreta Ecuba – Non ero abituata a mettere in scena un testo del teatro classico”.

Leggi anche:  Incidente sulla Paullese, deceduto il 19enne di Pantigliate

Un testo attuale

“E’ un’opera bellissima – ha ripreso Denise – Parla di situazioni ancora attuali. Le troiane sono donne che devono subire la repressione e la sottomissione da parte degli uomini”. “Quando muore il piccolo Astianatte (il figlio dell’eroe Ettore, ndr) gettato giù dalle mura ammetto che mi sono commossa”, ha spiegato Denise Caria.

“Devo fare il cattivo”

Ha dovuto trovare risorse che forse non sapeva di avere Lorenzo Ricchiuti, unico uomo in uno spettacolo fatto solo di figure femminili. Recita la parte di Taltibio, il soldato greco crudele e oppressore, lui che invece ha un carattere mite. “Inizialmente non ero convito, anche perché appunto sono l’unico maschio – ha raccontato – Poi però mi sono appassionato”.

Torna alla home page per le altre notizie del giorno.