Della vendita Candy al gruppo cinese “Hayer” si è discusso anche ieri sera venerdì in Consiglio comunale a Brugherio.

Candy shock, i cinesi annunciano l’acquisto

Vendita Candy

La notizia uscita nel pomeriggio ha letteralmente scompaginato le agende. “Non avrei avuto comunicazioni se questo pomeriggio fosse arrivata una simile comunicazione –  ha detto il sindaco Marco Troiano in apertura della seduta – Per noi di Brugherio non è solamente una informazione economica, ma è anche fonte di forte preoccupazione”.

Preoccupazione

“Hayer per il nono anno consecutivo è il marchio con le maggiori vendite al mondo in fatto di elettrodomestici – ha continuato – Tuttavia non è ancora forte in Europa. Di qui la scelta di puntare sul gruppo Candy. Non uso altri giri di parole: è una scelta di disimpegno da parte della famiglia Fumagalli. E’ un’informazione arrivata all’improvviso questo pomeriggio”.

Consultazioni

Troiano ha riferito di essersi messo subito in contatto con i sindacati e con la proprietà. “Da parte di quest’ultima ho avuto rassicurazioni che Hayer trasferirà a Brugherio la sede europea del gruppo, da Parigi – ha spiegato – Si ipotizzano quindi investimenti”.

Leggi anche:  Mercatone uno, due offerte per acquistare quello che rimane

Gli accordi stipulati

“Inoltre ha confermato che gli accordi sottoscritti inerenti i 208 esuberi restano validi anche con la nuova proprietà – ha proseguito il primo cittadino –  D’accordo con i sindacati tuttavia, ci siamo presi l’impegno per chiedere una convocazione al Ministero dello sviluppo economico di tutte le parti, già lunedì. Ciò affinché siano sottoscritte garanzie precise circa tali impegni”.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.