Cena elettorale. “Il Pd non si deve permettere di intimidire le persone”. A sostenerlo è Riccardo Pase, segretario provinciale della Lega. Il riferimento è alla polemica innescata dal capogruppo del Partito democratico di Cologno Monzese Giovanni Cocciro. Quest’ultimo se l’è presa con la presenza del presidente della Pro Loco e di alcuni membri del Consiglio direttivo al pranzo elettorale dell’esponente leghista.

Cena elettorale

“Fa specie il livore con cui Cocciro si pone – ha detto Pase -. Ma soprattutto è inaccettabile che pretenda di impedire alle persone di venire a fare una chiacchierata. Ognuno degli intervenuti lo ha fatto a titolo personale”.

Libertà costituzionale

“Ogni cittadino è libero di partecipare agli incontri che ritiene – ha continuato -. Si tratta di un principio sancito dalla Costituzione. Cocciro pretende di strumentalizzare le regole della democrazia per imbrigliare la democrazia stessa. Siamo al paradosso”.

Attacco

“Anche io sono un socio della Pro Loco, quindi? – ha sostenuto -. L’associazione non ha mai promosso iniziative politiche. Ha solamente promosso il territorio e io ci sono sempre stato. Anzi, se anche Cocciro fosse più presente nel territorio, vicino alle associazioni, forse comprenderebbe meglio le esigenze di cittadini e associazioni ed eviterebbe certe uscite”.

Leggi anche:  In vacanza a Pesaro da quarant'anni. Il Comune premia due colognesi

Conclusione

Pase ha poi sottolineato come le persone intervenute facessero parte anche di altre associazioni. “Sono venute ad ascoltare delle proposte – ha concluso -. E la cosa bella è che in quel pranzo sono avvenuti incontri da cui sono nate idee per iniziative e collaborazioni”.