Oltre duecento persone ieri sera si sono ritrovate a Gorgonzola per la candidatura ufficiale di Alberto Fulgione  in vista delle elezioni regionali lombarde. Rappresentanti del Partito democratico Adda – Martesana, volti noti della società civile, amministratori di centrosinistra e persino vecchie volpi della politica locale.

Una spinta verso le elezioni regionali

Una dimostrazione di forza quella messa in campo dal centrosinistra di Adda e Martesana che, con i numeri, ha voluto far sentire la propria voce. E candidare una persona a loro estremamente gradita come Fulgione. A dar maggiore vigore a questa scelta la presenza di sindaci e amministratori della zona. Anche volti inattesi, come quello del vicesindaco di Cernusco Daniele Restelli di Vivere Cernusco, o di esponenti del civismo melzese come Aurora Palermo e l’attuale assessore ai Servizi sociali Valentina Francapi.

“Accetto perché sostenuto da tutti”

Nel suo intervento Fulgione, prima di accettare la richiesta di candidarsi proposta dal territorio, ha voluto ricordare quelle che sono le linee guida da perseguire con Giorgio Gori come candidato. Ma l’aspetto più importante che ha voluto sottolineare, è stato quello dell’ascolto della voce che viene dal basso. “No a candidati scelti a tavolino, ma persone in grado di portare la gente al voto”, questo il suo mantra.

Leggi anche:  Terremoto in Lombardia, piccola scossa di magnitudo 2