Polemiche a non finire a Peschiera Borromeo dopo la lettera di scuse richiesta dal sindaco Caterina Molinari a una cittadina che aveva insultato l’Amministrazione su Facebook.

LEGGI QUI: Insulta l’Amministrazione su Facebook, le arrivano i vigili a casa

Insulti su Facebook, che polemiche a Peschiera Borromeo

Sulla vicenda è intervenuto il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia Franco Lucente. “A Peschiera Borromeo una cittadina esasperata dalla situazione in cui versano le strade ha “osato” criticare su Facebook l’Amministrazione comunale  e si è ritrovata un agente della Polizia Locale sotto casa, il quale le ha consigliato di porgere le sue scuse al sindaco Caterina Molinari.  Il tutto per aver semplicemente scritto “amministrazione ridicola” – ha attaccato – Pensavo che anche per il centrosinistra non fossero più accettabili i metodi dell’Unione sovietica. E invece siamo a un passo dall’intimidazione e dall’umiliazione, qui viene espressamente minacciata la libertà di espressione, di parola. Un agente è stato mandato a imbavagliare un cittadino? Spero che sia il sindaco a scusarsi. Le critiche sono normali quando si lavora per la comunità, invito quindi il Sindaco a fare un sopralluogo a Linate per visionare la situazione denunciata dalla propria concittadina e a non utilizzare per questioni “personali” l’organico già limitato della Polizia Locale, ma piuttosto di impegnarle sul territorio che presenta problematiche maggiori”.

Richiesta di dimissioni

Il coordinatore locale di Fratelli d’Italia Gerardo Carchia ha chiesto invece le dimissioni del sindaco. «Questa vicenda la dice tutta sulle modus operandi di questo sindaco pro tempore, i suoi metodi assomigliano molto alla censura messa in atto dai peggiori regimi sanguinari comunisti – ha attaccato –  Eppure non siamo in Corea del Nord e neanche in Cambogia ai tempi di Pol Pot, la Stasi polizia segreta della Germania est è un pezzo che si è sciolta. Ad amministrare ci si espone anche alle critiche se non ce la fa, lasci stare non è il suo mestiere. Caterina Molinari fin dal suo insediamento ha mortificato il Consiglio comunale, ha umiliato le commissioni consiliari ha amministrato con arroganza, è ora che lasci la sua carica. Non è più credibile la vicenda della Polizia Locale che all’indomani di un commento sgradito fa visita ai cittadini per obbligarli a fare le scuse è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, la nostra città è diventata lo zimbello di tutt’Italia. Adesso se ha ancora un po’ di dignità per la carica che ricopre, invi una lettera di scuse alla cittadina vittima di un sopruso inqualificabile e presenti le sue dimissioni, Peschiera non può più subire umiliazioni del genere».

Leggi anche:  L'Eco-Mobile nelle frazioni di Peschiera

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI