E’ stato l’ex sindaco Claudio D’Amico il vero mattatore della serata di martedì 7 maggio 2019. In sala consiliare a Cassina de’ Pecchi si è tenuta la presentazione della lista ViviAmo Cassina Sant’Agata in vista delle elezioni amministrative del 26 maggio.

Ex sindaco Claudio D’Amico

L’ex primo cittadino lumbard, oggi assessore alla Sicurezza a Sesto San Giovanni, e con un passato anche da deputato, arrivato leggermente in ritardo, è stato accolto con entusiasmo dal numeroso pubblico che ha gremito la sala.

Candidata sindaca

Alla candidata sindaca, Elisa Balconi, è toccato il compito di presentare in maniera sintetica il programma della lista che unisce Lega e tre liste civiche: lo storico Movimento civico Cassina Sant’Agata e due gruppi di nuova fondazione, Forte Cassina e Una Cassina per tutti.

Attacco “a tutti”

D’Amico ha preso la parola per un intervento che scatenato un’ovazione. Ha parlato dell’esperienza con le liste civiche come di un grande esperimento che può portare risultati straordinari. Ha accennato alla rottura con Andrea Maggio (senza mai nominarlo) e il centrodestra: “Mi sembrava naturale che il candidato sindaco dovesse essere espresso dalla Lega, ma qualcuno evidentemente aveva altre mire”.

Elezioni, accordo a tre senza il centrodestra per la Lega a Cassina de’ Pecchi

Una lista di centrodestra alternativa alla Lega a Cassina

“Quelli che continueranno a votare Mandelli hanno problemi psicologici”

Ha definito quella che si va a concludere come la peggiore Amministrazione di sempre in paese. “Spero che siano pochi i pazzi che voteranno il sindaco uscente – ha detto – E’ vero che ci sono i masochisti. Istituiremo un ricevimento con la nostra Elisa Balconi, che è psicologa, per i pazzi  che continuano a volersi male”.

Leggi anche:  L'ex sindaco di Cassina de' Pecchi nuovo presidente di Cem ambiente

Sulla Nokia

Poi ha affrontato la questione Nokia. “E’ una vergogna – ha detto – Quando ero sindaco mi sono opposto a ogni tipo di speculazione. L’hanno fatta loro per farci arrivare la logistica. Passeranno in paese centinaia di Tir. E’ una vergogna che grida vendetta. Solo per questo vanno mandati a casa a calci. Hanno demolito tutto in fretta perché avevano paura che qualcuno bloccasse l’operazione”.

Area Nokia Siemens, convenzione per il recupero firmata

Area ex Nokia Siemens iniziano i lavori per la rotatoria sulla Padana

Il cimitero di Camporicco

Ha accennato anche alla questione dell’ampliamento del cimitero di Camporicco: “E’ da pazzi pensare di allargarlo su via don Verderio facendo passare le auto tra le villette del Quartiere Aurelia – ha sostenuto – Noi attueremo la nostra proposta originaria: l’allargamento avverrà a ovest e la strada sarà deviata dalla stessa parte”.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.