C’è più tempo per presentare suggerimenti e segnalazioni riguardo alla variante di Pgt, il Piano di governo del territorio di Cernusco sul Naviglio.

C’è più tempo

Rispettando infatti una mozione che era stata approvata all’unanimità in Consiglio comunale a luglio infatti, l’Amministrazione ha posticipato fino a fine settembre la possibilità per i cittadini di offrire il proprio contributo. Non solo, ma è stato organizzato anche un incontro pubblico sul tema che si terrà giovedì 19 settembre 2019 alle 21 nella sala Camerani della Biblioteca civica. Interverrà l’assessore all’Urbanistica Paolo Della Cagnoletta.

Già una dozzina di proposte

“Oltre ad aver accolto la sollecitazione arrivata dal Consiglio Comunale, abbiamo avuto riscontro da più parti della opportunità di prolungare i termini dopo l’estate, così da dare la possibilità a cittadini e ai professionisti di approfondire per eventualmente presentare suggerimenti. – ha detto  quest’ultimo – Abbiamo ricevuto già buoni riscontri con una dozzina di suggerimenti già protocollati e numerose richieste di incontro con il sottoscritto. Quindi l’iniziativa è ben conosciuta presso il mondo professionale. In quest’ottica di apertura abbiamo anche pensato a un incontro pubblico così da chiarire l’oggetto preciso della variante che è parziale e sgombrare il campo da fraintendimenti, primo fra tutti, quello relativo al fatto che non può in alcun modo comportare l’aumento di volumi”.

Leggi anche:  Il Comune appalta i lavori a scuola, ma la ditta non si presenta. E le lezioni inizieranno coi bagni in pessime condizioni

Tre obiettivi

“Ricordiamo che la variante oggetto dell’iter che ha preso il via nei mesi scorsi, ha tre obiettivi specifici e ben limitati – ha aggiunto – Individuare puntualmente le attuali aree dismesse non identificate oggi nel Pgt vigente, ridurre volumi nei campi della modificazione non ancora attuati, ridefinire la perimetrazione delle aree a servizi. In particolare, con riferimento a quest’ultimo aspetto, anche in prospettiva di Cernusco 2020, la variante prevede che si possa destinare a un diverso uso l’area accanto al centro sportivo di via Buonarroti, oggi parte del Plis, per ampliare ulteriormente l’offerta sportiva e avviare la rimodulazione degli spazi interni al centro. Entro la fine del mandato, invece, ci sarà tempo e modo per tutte le fasi di coinvolgimento di una variante generale e il nuovo Pgt”.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.