“Tanto polverone verso una rievocazione storica e nessuna indignazione per un brigatista pluricondannato chiamato a palare di relazioni umane e progresso sociale”.  Non si placano a Cologno le polemiche sulla rievocazione nazista organizzata con il patrocinio del Comune il 20 e 21 aprile.

“Polverone di parte”

Sulla vicenda è intervenuto il consigliere regionale della Lega (e segretario provinciale del Carroccio) Riccardo Pase. Il lumbard ha spostato l’attenzione su un altro evento,  l’incontro organizzato dall’associazione “Casa in Movimento” per la presentazione del libro di Renato Curcio.

Il libro di Curcio

“Il pluricondannato e fondatore delle brigate rosse nonché ideologo dell’ala armata di stampo militaresco sarà ospitato da un’associazione che strizza l’occhio ai centri sociali e alla sinistra colognese – ha attaccato Pase – Sarebbe stato più opportuno spiegare ai giovani il ventennio degli anni di piombo che indignarsi inutilmente per una rievocazione di un periodo storico studiato sui libri di scuola e raccontato in molti film cinematografici. Siamo di fronte alla solita sinistra demagogica, che rimane complice di un silenzio omertoso per anni tristi della nostra storia e che ancora oggi non si scandalizza per un Cesare Battisti libero di crogiolarsi al sole di Copacabana anziché scontare la sua pena in carcere”.