Rievocazione nazista rimandata a giugno. Lo hanno annunciato gli amministratori oggi, mercoledì, nel corso di un’affollata conferenza stampa.

Rievocazione nazista

“La campagna irresponsabile di disinformazione operata dalla sinistra ha creato una situazione esplosiva – ha detto il sindaco, Angelo Rocchi – Di fronte al timore e al pericolo di disordini, la prima cosa è la sicurezza dei cittadini. Hanno fatto passare un evento studiato per illustrare scene di vita per una iniziativa neonazista”.

Rimandata a giugno

Il primo cittadino ha parlato di raccomandazioni alla cautela pervenute dalle Forze dell’ordine. Di qui la scelta di spostare la rievocazione al fine settimana del 9 e 10 giugno. “In questo modo cadrà l’accusa di avere voluto portare uno sfregio al 25 aprile”, ha aggiunto.

Un problema di comunicazione

“La prima locandina che ho pubblicato sul mio profilo facebook era sbagliata – ha aggiunto l’assessora alla Cultura Dania Perego – Si tratterà invece solamente di un museo interattivo. Ci saranno dei laboratori, del materiale storico, come una radio militare autentica. Non ci sono scene di guerra, si vedrà solamente come era la vita in quei momenti. Ci sarà anche la ricostruzione di un campo dell’Armata rossa e uno dei partigiani”.

Sdegno comune

Perego ha definito irresponsabile la campagna delle minoranze. “La polemica è andata oltre il limite – ha detto – Non c’era alcun tentativo di fare apologia. La sola definizione di campo nazista provoca sdegno in tutti”.

Leggi anche:  Erba alta a Cernusco: "Sul pullman sembra di essere nella jungla"

Contro-conferenza

Appena terminata la conferenza stampa, le forze di opposizione rappresentate da Partito democratico, dalla lista civica Cologno solidale democratica e da Salvatore Capodici (liste civiche) hanno approfittato della presenza dei giornalisti per fornire la propria versione.

“La sostanza non cambia”

“La sostanza non cambia – ha detto Giovanni Cocciro, del Pd – L’iniziativa non è stata ritirata. La prima locandina parla del gruppo 36 Fusilier Kompanie. Ovvero si rifà a una divisione tra le più spietate delle Ss. Nella seconda compare invece l’associazione Rivivere il passato, ma di questa non abbiamo riscontri. Quello che crediamo è che questi due gruppi siano in realtà la stessa cosa”.

Manifestazione

E’ così stata confermata la manifestazione di protesta in programma per sabato alle 10 in piazza XI febbraio. E’ organizzata da Anpi, Aned e da numerose altre sigle.

Articoli correlati

25 Aprile parodia sui social della Giunta di Cologno Monzese sulle immagini del film La caduta

Accampamento militare nazista davanti al Comune ne parlano anche nel Regno Unito

Rievocazione nazista a Cologno Monzese è bufera