Nella prospettiva di sviluppare i temi del Bando periferie di Città metropolitana di Milano “Welfare metropolitano e rigenerazione urbana, superare le emergenze e costruire nuovi spazi di coesione e di accoglienza”, il Comune di Pioltello come capofila e i Comuni di Rescaldina e di Cerro Maggiore, con il supporto di Città Metropolitana, della Prefettura di Milano e del Tribunale di Milano, in qualità di stakeholder, hanno presentato una candidatura al terzo bando dell’Unione Europea Urban Innovative Actions (Uia) con il progetto dal titolo “A4NPL – Accountability for New Potential Living”.

Rigenerazione urbana, un progetto per le periferie

Il gruppo di co-progettazione ha visto riuniti intorno a un tavolo tecnico di lavoro un affiatato team operativo composto dalla sindaca Ivonne Cosciotti e dal vice sindaco Saimon Gaiotto del Comune di Pioltello, dai tecnici comunali, da docenti e ricercatori del Dipartimento ABC del Politecnico di Milano e dalla Fondazione Casa Lucca. Il progetto proposto contiene caratteri di forte innovazione sociale: l’obiettivo declinato nella risposta al bando “Uia2018 Housing” è  creare un modello di welfare di comunità attraverso la rigenerazione del costruito, che sia esportabile in altri Comuni della periferia metropolitana.

Opportunità da non perdere

«Le opportunità che offre un bando europeo sono, per un Comune come il nostro, certamente rilevanti e vista la grande difficoltà che viviamo nell’affrontare una periferia di tipo privato come quella del nostro Satellite non potevano certamente lasciarci scappare questa occasione, non facile da cogliere ma in un certo senso unica – ha commentato la sindaca di Pioltello Ivonne Cosciotti all’indomani delle presentazione del bando –  Per questo ci tengo a ringraziare gli uffici tecnici del nostro Comune e la dirigente Rita Taraschi, che hanno lavorato anche in orari impossibili, con un livello di professionalità altissima, per confezionare una progetto in grado di competere per qualità e visione con i progetti delle più grandi capitali europee. Ora aspettiamo con serenità ottobre, quando saranno resi noti gli esiti, con la consapevolezza di aver fatto il massimo».

Leggi anche:  Persona soccorsa in ascensore SIRENE DI NOTTE

Il progetto

Il progetto  consiste nell’avviare la riqualificazione della periferia privata soggetta a degrado attraverso l’implementazione di un modello di welfare di comunità diffuso, scalabile e incrementabile per la rigenerazione dei non performing loans mediante l’attivazione di percorsi di housing sociale. Il quartiere Satellite di Pioltello è già oggetto di un protocollo dedicato per la riqualificazione e la legalità della zona, siglato in Prefettura il 19 maggio 2016. La soluzione consiste nell’innescare un processo radicale di rigenerazione della periferia privata degradata creando un modello unico in Italia per la riqualificazione di stock di alloggi non a norma e soggetti a procedura giudiziaria, con impiego di processi innovativi per l’inclusione abitativa e sociale; di tecnologie avanzate per l’efficientamento energetico; di modelli di gestione sociale per azioni di start-up di comunità ed empowerment degli abitanti; di partenariati con il privato sociale per servizi di welfare di comunità. Il cambiamento consiste in un processo scalabile per liberare dal debito i proprietari degli alloggi pignorati, attivare percorsi di progettazione con gli abitanti stessi e favorire la rete con i diversi soggetti che saranno attivamente coinvolti nel percorso di riqualificazione e trasformazione del patrimonio in housing sociale collaborativo e servizi all’abitare.

Cosa è Urban innovative actions

Urban Innovative Actions (Uia) è un’iniziativa dell’Unione Europea che sostiene soluzioni innovative per affrontare le principali sfide legate alle aree urbane, tra cui la questione abitativa. Il bando, giunto alla terza edizione, mette a disposizione delle autorità urbane risorse complessive comprese tra gli 80 e i 100 milioni di euro.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI