Sindaco insultato sui muri a Cologno Monzese. “Ma io vado avanti sulla mia strada”, ha commentato Angelo Rocchi.

Sindaco insultato a Cologno

Negli ultimi giorni scritte offensive e intimidatorie sono comparse su pensiline e muri di Cologno. Nel mirino il primo cittadino. Che però non se la prende particolarmente. “È anche per questo motivo che tutti i giorni mi alzo con l’intenzione di dare il meglio per la nostra città – ha detto – Una forza interiore che mi spinge a restituire a tutti i colognesi una città più bella, pulita, attrattiva, lavorando sodo senza prestare il fianco ad offese e critiche gratuite. Governare non è un gioco, è qualcosa di molto complesso. Non basta la voglia e l’impegno, serve tanta
preparazione, pazienza e dedizione e grandi dosi di buonsenso. Se sto antipatico a questi “democratici” professionisti del degrado significa che sono sulla strada giusta. Io non mi fermo e non ho paura. Andiamo avanti  così, è la gente che ce lo chiede. Non è la prima volta che accade, sui social succede quotidianamente, e la presenza sul territorio di frange estreme è nota tanto a noi amministratori quanto alle forze dell’ordine.”

Leggi anche:  A Cassina Forza Italia verso il ribaltone

Manifestazioni di solidarietà

Sono state molte le manifestazioni di solidarietà da parte di cittadini, colleghi sindaci, amministratori ma sino a ora, termina il sindaco “da
parte dell’opposizione, solamente il consigliere Alessandro Del Corno, ex sfidante in occasione delle ultime Amministrative, ha voluto esprimermi la sua vicinanza. Un gesto che ho apprezzato e che denota una maturità politica degna di chi ha veramente a cuore la città. Nella persona di Del Corno ho sempre trovato un’opposizione costruttiva, e, a differenza di molti altri, non strumentale. La mia porta è sempre stata aperta per cogliere le critiche ed accettare i consigli sempre per il solo bene dei colognesi. Non sono di certo queste offese a fermare il grande lavoro che stiamo facendo.”

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI