Dopo gli spari fuori dal supermercato a Cologno Monzese arrivano le prese di posizione dell’assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato.

Spari fuori dal supermercato a Cologno Monzese

Spari fuori dal supermercato

“La situazione della sicurezza in Lombardia presenta ormai evidenti segni di forte preoccupazione – ha sostenuto – E’ ormai inaccettabile, a Milano e non solo, il livello di violenza ai danni di innocenti e fragili cittadini: nessuno può uscire di casa ed essere sicuro di rientrare incolume. Tra accoltellamenti, scippi, rapine, aggressioni fisiche, non si può più andare avanti”.

“Manca personale”

 “La Lombardia ha un agente di Polizia ogni 345 abitanti, il Lazio uno ogni 109 – ha proseguito – Cifre inaccettabili, tanto più dopo la morte violenta della donna di Carate e l’assalto recentissimo ai portavalori di Cologno, messo in atto da una banda armata di kalashnikovPretendiamo immediate reazioni da parte della autorità competenti e la messa in campo di forze dell’ordine straordinarie”.

Più forze sulle strade

Secondo De Corato se non si riesce ad ottenere più poliziotti, è necessario incrementare il numero dei militari già impegnati nelle strade.  “Del resto con le pattuglie miste modello Strade Sicure (nel 2009) ottenemmo una riduzione dei crimini pari al 40%. E’ un modello funzionante, basta riproporlo”, ha concluso.