Non c’è pace per l’iter della Variante che dovrebbe sbloccare il cantiere per la nuova strada di collegamento tra Canonica e Vaprio. Nell’ultimo Consiglio comunale vapriese il sindaco ha riferito di ulteriori problemi per l’avvio del cantiere.

Variante di Vaprio, i costi aumentano

Ancora problemi per far partire i lavori della variante di Vaprio. Nel Consiglio comunale di venerdì il sindaco Luigi Fumagalli ha risposto alle domande sulle novità in merito al progetto, dopo che Città Metropolitana aveva assicurato l’inizio dei lavori ma così non è stato. Il primo cittadino ha spiegato che la causa è l’aumento dei costi per 500mila euro rispetto al previsto. Inoltre Città Metropolitana non saprebbe dove depositare la terra scavata.

L’iter si allunga di nuovo

Di fatto, ancora non si sa quando potrà partire il cantiere che consentirebbe di eliminare le code all’odiosa strettoia “medioevale” a senso unico alternato che costringe da decenni gli automobilisti di passaggio a lunghe attese. A nulla sono valse le continue manifestazioni di sollecito. L’ultima ad aprile, quando i due sindaci interessati, si sono ritrovati sul ponte per chiedere lo sblocco.

Leggi anche:  Presidente Fontana in sede Netweek: "Conte si è dimenticato il Nord"

Leggi di più sul Giornale di Treviglio in edicola.

TORNA ALLA HOME