Garantire una riabilitazione efficace e di qualità, in risposta ai bisogni di bambini, giovani, adulti e anziani della città e dei Comuni limitrofi. Il ruolo della riabilitazione ambulatoriale e domiciliare è sempre stato strategico nelle scelte della Fondazione Don Gnocchi. Una politica di apertura al territorio avviata da tempo, accanto e al servizio delle famiglie, che ha portato a una graduale e costante crescita delle strutture anche in Brianza.

Eccellenza al “S. Maria al Castello”

Il suggestivo complesso di Pessano con Bornago – ribattezzato “S. Maria al Castello” dall’indimenticato “padre dei mutilatini” – è tra le prime strutture dell’Opera avviata da don Carlo alla fine degli anni Quaranta. Grazie alle più moderne tecniche riabilitative e a strumentazioni d’avanguardia, il Centro si fa carico di persone di ogni età colpite da patologie neurologiche (postumi di ictus, sclerosi multipla, Parkinson, distrofie…), ortopediche (esiti di traumi, protesi di anca o ginocchio, scoliosi…) e di bambini che necessitano di interventi di neuropsichiatria infantile (disfunzioni motorie, disabilità cognitive, disturbi specifici di apprendimento, disturbi comunicativo- linguistici, disturbi dello spettro autistico, disturbi da tic…).

Ecco l’intervista al direttore Alberto Rotondi e al suo staff:

Leggi anche:  Come restare in forma? Prevenzione con il fitness