Un caso si è scatenato dopo la caduta di Fabio Aru nella tappa di ieri, giovedì 13 settembre, della Vuelta Espana con arrivo a Balcon de Bizkaia. Il corridore sardo è finito a terra a 70 chilometri orari nell’ultimo tratto in discesa prima della salita conclusiva.

Aru cade e se la prende con la bici

Appena rialzatosi il ciclista ha avuto una reazione piuttosto aggressiva che è stata ripresa in televisione con tanto di audio e di imprecazioni rivolte alla bicicletta. La scena non è piaciuta ad Ernesto Colnago, il costruttore di Cambiago che fornisce le sue bici alla UAE Emirates.

La reazione di Colnago

“Ci sono rimasto male, ho servito migliaia di corridori e un’offesa così, in televisione, non l’avevo mai subita” ha raccontato il costruttore. La vicenda però è subito rientrata. “Però almeno Aru mi ha chiamato al telefono ed è stato un quarto d’ora a scusarsi”, ha raccontato il cambiaghese. Il corridore sardo ha poi affidato le sue scuse anche a un Tweet.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI