Resistenza che vale la vittoria. Nella quarta giornata del campionato di Promozione, il Basket Inzago ha superato in casa il Campetto Sondrio per 54-46. Dopo quella di giovedì scorso, per i Trichechi è il secondo successo consecutivo in campionato. Decisivo il breve allungo nel primo periodo, conservato con freddezza nel corso della gara nonostante la lunga rincorsa degli ospiti.

Resistenza che vale la vittoria

Mezz’ora di sudata resistenza ha regalato la vittoria al Basket Inzago. Sui quaranta minuti di gioco, lo strappo decisivo dei padroni di casa è arrivato al termine dei primi dieci minuti, dopo un avvio particolarmente contratto. Tendenze offensive diverse si sono incontrate sui due lati del campo. Da un lato Inzago che ha costruito molto, ma concluso poco, dall’altro Sondrio a cercare di far valere l’esperienza e il fisico nel pitturato. Ma il risultato non ha premiato l’impegno e al timeout del 5′ le squadre si sono trovare appaiate sul 2-2. Solo nei minuti finali, Inzago ha alzato il ritmo delle marcature, allungando fino a +6 con Raimondi e Acquati. Sondrio ha accorciato le distanze (-4) sulla sirena con il tiro in sospensione di Bongini, ma la firma del miglior giocatore tra le fila degli ospiti è stata solo un’illusione di rimonta. Nei primi minuti del secondo quarto, gli ospiti hanno tenuto tanta pressione sotto il ferro dei Trichechi, ma il raccolto è stato magro. Due punti nei primi tre minuti, che sommati alle marcature dall’arco di Brambilla e Frattini sono valsi un nuovo scivolone. Inzago ha continuato a costruirsi tiri da tre punti, ma dopo i primi tentativi a bersaglio non ha più trovato la giusta continuità. Nei minuti finali Sondrio ha fiutato il pareggio, ma Inzago con un colpo di reni sulla sirena propiziato dal fallo di Gusmeroli allo scadere, ha riportato a 7 punti il proprio vantaggio all’intervallo.

Leggi anche:  Pallavolo Serie A3 - Primo successo stagionale per i Diavoli Rosa Brugherio

Illusione e poche emozioni

Al rientro in campo l’allungo dei Trichechi. Chiaveri e Brambilla hanno permesso a Inzago di toccare il massimo vantaggio (+10 al 22′), ma nei minuti centrali l’esperienza degli ospiti ha mostrato il proprio valore. Nel pitturato, il quintetto di coach Beraldo ha guadagnato falli e tiri liberi che hanno rosicchiato il vantaggio di Inzago, ma senza scendere sotto le 5 lunghezze di svantaggio. La tripla di Mauri e l’appoggio in contropiede di Chiaveri hanno respinto nuovamente l’assalto ospite, riportando Inzago in doppia cifra. Prima della terza sirena, però, Sondrio è pericolosamente ritornata a contatto trascinata da Bongini, che con quattro punti personali supportato da Martinalli, ha stretto il gap fino a -4 (46-42 al 30′). Inzago ha di nuovo allungato in apertura di quarto periodo con la doppia tripla di Raimondi che ha portato i Trichechi a +8 al 35′. Negli ultimi cinque minuti, poche emozioni. La partita si è chiusa senza ulteriori sussulti, a parte le espulsioni di Cavina e Giudes nel finale, che però non hanno alterato il punteggio.

 Il tabellino