Trecella è viva, ma l’Eureka trova la vittoria al supplementare. Serata amara per l’Acli di coach Garda, che nella sfida salvezza contro Monza ha visto sfumare la vittoria dopo essersi trovata in doppia cifra di vantaggio nel corso dell’ultimo quarto. La classifica, ora, è più che mai atipica: insieme a Trecella, altre quattro squadre si trovano a pari punti in ultima posizione. Con tre giornate ancora da giocare, i conti sono tutt’altro che chiusi.

Trecella è viva, ma l’Eureka vince al supplementare

Partita equilibrata al Pala Nenni, segnata per tre quarti dall’impronta delle difese sui due lati del campo. La solidità dei lunghi di casa Invernizzi e Omodei, da un lato, e la zona di Eureka, dall’altro, non hanno permesso agli attacchi di esprimersi. L’Acli ha mosso a lungo il pallone sul perimetro, affidando la conclusione ai tiratori ma senza ottenere il risultato sperato. L’Eureka, invece, ha cercato l’attacco a canestro, ma sotto il ferro dei padroni di casa i lunghi hanno fatto buona guardia respingendo le offensive di Santi e Galimberti. Solo nel quarto periodo le emozioni si sono sbloccate: nel pitturato, Invernizzi e Omodei hanno guadagnato il +6, mentre Frencini ha piazzato cinque punti fondamentali dopo due splendidi recuperi di Andrea Caterina, portando l’Acli in doppia cifra di vantaggio al 35′. L’Eureka ha gestito la situazione con pazienza, concretizzando la rimonta che ha mandato la sfida al supplementare. Didoni, a 27” dalla fine, ha siglato il canestro del pareggio, mentre all’ultimo secondo, il ferro ha sputato il tentativo di Tiega. All’overtime, è stata decisiva la freddezza ai liberi degli ospiti. Il 3\4 dei monzesi è prevalso sul 2\6 di Trecella, che all’ultimo secondo ha sfiorato la vittoria con l’errore in appoggio di capitan Alessandro Caterina.

Leggi anche:  Basket femminile, Carosello Carugate vince in Piemonte

Il post gara

Reazioni diverse, come auspicabile, sulle due panchine. ” E’ davvero un peccato averla persa così, perché potevamo arrivare al punto di non doverla mettere in discussione – ha spiegato il coach dell’Acli Francesco Garda – Bravi loro a continuare a crederci, bravi noi a non abbacchiarci, meno bravi i due fischietti nel finale a non “premiarci” almeno con un giro in lunetta sui 2-3 falli netti che c’erano stati. Certo che poi i liberi andavano segnati, e la percentuale non era sicuramente positiva stasera. Peccato davvero, ma che sia di insegnamento a noi coach e ai ragazzi per le prossime”.

Lucida anche l’analisi del coach dell’Eureka, Alberto Bonmartini: “Non è stata una bella partita dal punto di vista tecnico, ma alla fine l’abbiamo portata a casa, anche se non abbiamo ribaltato lo scontro diretto. Trecella è una squadra con gli attributi quadrati e ci ha messo in difficoltà dal punto di vista fisico. Quando abbiamo cercato di giocarla sul fisico abbiamo pagato e in più abbiamo commesso qualche errore di nervosismo che non ci serviva. Quando poi abbiamo sfruttato le nostre qualità, siamo riusciti a recuperare bene”.

Il tabellino

pallacanestro promozione TABELLINO TRECELLA EUREKA