Calcio, Eccellenza: Tritium-Brugherio, quinta vittoria di fila per i trezzesi. Nel recupero della 19esima giornata, sospesa per il maltempo lo scorso 3 di febbraio.

Tritium-Brugherio: il tabellino

Tritium – Brugherio 2-1

RETI: 7’ Corona (B), 15’ Cascino (T), 29’ Castelli (T)

TRITIUM (4-3-3): Acerbis, Tremolada (34’st Leotta), Perico, Bertaglio, Caferri, Motta, Marinoni Cascino, Mapelli, Vitali (29’ st Galbiati), Cascino (41’st Secchi), Castelli (26’st Guerrini) A disp. Scuteri, Botta, Erba, Mendicino, Gabellini All. Sgrò.

BRUGHERIO (4-3-3): Alio, Esmail (17’ Nebrauth, 19’ st Sircana), Ortolan, Tognassi, Fumagalli, Pontiggia, Lemma (3’ Puccio), Gomez, Corrorati (1’st Fanzone), Corona, Fumarolo A disp. Maestroni, Vanoni, Inghilterra All. Melosi.

ARBITRO: Raineri di Como

La cronaca

Tritium forza cinque, Brugherio ko. Gli abduani si impongono 2-1 a Trezzano Rosa, nel recupero della 19esima giornata e restano saldamente al secondo posto della graduatoria, accorciando sulla capolista Nibbionoggiono, fermata sul pari dalla Cisanese. Niente da fare per la squadra di Melosi, in grande emergenza, che ha fallito un’importante occasione in zona playoff. Vantaggio immediato degli ospiti che dopo un inizio tambureggiante la sbloccano con Corona, abile a staccare più in alto di tutti e battere Acerbis. E’ un fuoco di paglia perché nemmeno dieci minuti dopo pareggiano i biancoazzurri. Azione confusa ma insistita, conclusa da Cascino con un mancino potente all’incrocio. Il pareggio sblocca i trezzesi che macinano gioco e schiacciano il Brugherio. Mapelli e Bertaglio fanno gridare al gol che arriva al minuto 29′. Cascino verticalizza premiando il movimento di Castelli che batte Alio in uscita. E’ la rete decisiva perché, per tutta la ripresa, la Tritium pensa soprattutto a gestire e non rischia mai. Sfiora anzi più volte la terza rete, con Motta, Mapelli e Galbiati, senza fortuna.

Leggi anche:  Nuova location per il tennis a Truccazzano
Tritium-Brugherio, Eccellenza. L’undici brugherese

Il post-partita

“Bravi i ragazzi che danno il massimo a ogni partita – ha sottolineato un soddisfatto Marco Sgrò – Abbiamo avuto la forza di giocare nonostante lo svantaggio e a gestirla bene nel secondo”. Diverso l’umore per Giuliano Melosi, tecnico del Brugherio. “Ho fuori sette giocatori, siamo in difficoltà – ha sottolineato – Abbiamo fatto bene i primi dieci, come avevo chiesto, abbiamo perso Lemma e siamo calati. Dobbiamo ancora crescere, spesso pensiamo di essere belli”.