Sembrava tutto apparecchiato, ma all’improvviso è arrivato il colpo di scena. La fusione tra Virtus e As Inzago non si farà. Il Direttivo gialloblù ha detto no.

Niente fusione a Inzago

Da settimane in paese si parla della fusione tra le due società sportive. Un’operazione che ha suscitato perplessità e polemiche, ma che le due società stavano portando avanti con convinzione. Tanto che due settimane fa erano stati fatti anche degli incontri con le famiglie per presentare progetto e modalità di adesione alla nuova società. Poi, nel fine settimana, l’inatteso colpo di scena.

Il “no” della Virtus

Il Consiglio direttivo della Virtus, riunitosi venerdì sera, ha clamorosamente fatto un passo indietro.

“Confermiamo la validità del progetto fusione rimarcandone principi e valori che lo hanno sostenuto senza dimenticare l’importanza di fornire un superamento alle sovrapposizioni che fino a oggi hanno caratterizzato il movimento calcistico inzaghese – recita un comunicato diffuso dalla società gialloblù – Tuttavia prendendo atto degli ultimi sviluppi  e il venir meno di alcune condizioni ritenute necessarie e venendo a mancare la maggioranza prevista per la delibera di scioglimento, deliberiamo di non procedere allo scioglimento della società, sospendendo la parte attuativa del progetto fusione. Ringraziamo il presidente Paolo Cremonesi per l’impegno profuso e l’Asd Inzago”.

Leggi anche:  Aquaneva, paura per una ragazzina che ha battuto la testa

Qualche stoccata

Nel comunicato del Direttivo non manca qualche stoccata. “Riguardo ai vari comunicati apparsi recentemente non abbiamo mai replicato ritenendo più importante proseguire nella gestione societaria – prosegue il testo – Anche nei confronti della parrocchia abbiamo sempre preferito non alimentare polemiche cercando più volte un dialogo costruttivo”.

Alla luce della decisione, il presidente Cremonesi ha rassegnato le dimissioni.

LE TAPPE DELLA VICENDA

Fusione contestata a Inzago

Il “no” del Consiglio pastorale

Un sondaggio tra gli utenti

La prima squadra gialloblù: “Fusione? Non ci saremo

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI