La Fratelli Beretta alla Scala del Calcio. Siglato un accordo fra il proprietario dello storico salumificio trezzese il presidente del Milan e l’Amministratore delegato dell’Internazionale per la somministrazione dei prodotti a San Siro.

La Fratelli Beretta rende San Siro più gustoso

La Fratelli Beretta alla Scala del calcio a braccetto con l’Inter e il Milan. Questa mattina, mercoledì 6 febbraio 2019, nella sede centrale di Trezzo, l’azienda, che produce salumi dal 1812 ha siglato un accordo triennale con le società calcistiche di Inter e Milan legate allo Stadio di San Siro. Per l’occasione i due alti dirigenti, il presidente del Milan Paolo Scaroni e l’Ad dell’Inter Alessandro Antonello hanno consegnato le maglie delle due squadre con i numeri 18 e 12 a ricordo dell’anno di fondazione dello storico salumificio.

L’idea è far gustare a tutti i 78mila spettatori di San Siro i salumi trezzesi

“Uniti dalla tradizione, portiamo in campo gusto e passione”; questo il nome dell’incontro andato in scena a Trezzo. Per l’azienda hanno parlato dapprima il presidente Vittore Beretta, seguito dall’Ad Alberto Beretta che si è concentrato a spiegare lo sbarco negli Stati Uniti, iniziato quattro anni fa, dell’azienda trezzese. Ma il vero scopo dell’incontro era rendere pubblico l’accordo triennale raggiunto tra lo storico salumificio e le due squadre calcistiche milanesi per portare i salumi Beretta in tutte le aree ristoro dello stadio. “L’idea è di raggiungere alla fine tutti e 78mila presenti – ha spiegato Vittore Beretta – E e per farlo stiamo lavorando a una serie di iniziative che si concretizzeranno più avanti. Per questo l’accordo è triennale e c’è anche la possibilità di rinnovarlo”.

Leggi anche:  L'Asd karate team Trezzo brilla sul tatami iridato dei Campionati del mondo unificati

Si è parlato anche del nuovo stadio

Inevitabile l’accenno, vista la presenza dei due alti dirigenti di Milan e Inter, al futuro dello stadio. “L’accordo con Beretta va nella direzione di una iniziativa condivisa” – ha spiegato Paolo Scaroni, presidente del Milan – Vogliamo che il nuovo stadio accolga al meglio le famiglie. Non ci resta che prendere spunto dalle eccellenze europee, visto che in Inghilterra strutture simili ci sono da venti anni e sono state a loro volta copiate dagli spagnoli e dai tedeschi”. I due dirigenti hanno spiegato che non c’è ancora un progetto vero e proprio, ma in Comune a Milano è stata presentata un’idea.

Il commento dell’Ad dell’Inter

“Fratelli Beretta è sinonimo di qualità, tradizione italiana e innovazione – ha premesso Antonello, Ad dell’Inter – Questi sono valori che anche per noi sono simbiotici e ci accomunano a questa azienda. Siamo contenti di questo accordo e il fatto che ci siano partner americani e cinesi rappresenta un altro elemento molto importante. Essere ambasciatori dell’Italia all’esterno ci deve rendere orgogliosi. Lo stadio? Sono anni che spingiamo, insieme al Milan, per rinnovare San Siro: Milano merita una struttura al passo coi tempi, anzi, la migliore al mondo. Siamo ambiziosi e vogliamo proseguire in tempi molto ristretti. Potrebbe esserci una capienza ridotta, visto che la media spettatori sia per noi che per il Milan è di 60.000 presenze. E’ infatti altrettanto importante garantire oltre ai posti a sedere anche un adeguato servizio.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.