Gessate potrebbe ancora una volta di rimanere senza il calcio. Nei giorni scorsi il presidente Tommaso Villa ha lanciato un appello perché qualcuno si faccia avanti.

Gessate rischia un futuro senza calcio

Se non si farà avanti qualcuno Gessate rischia di rimanere ancora una volta senza calcio. Nei giorni scorsi il presidente Tommaso Villa ha lanciato un appello tramite i social spiegando come stanno le cose.  “Sono io il primo ad essere dispiaciuto se questo progetto in cui ho creduto due anni fa non dovesse andare avanti – ha spiegato – Ma in tutto questo tempo nessuno si è fatto avanti per dare una mano. Ora alcuni miei collaboratori stanno pensando di andare altrove e senza persone non si potrà andare avanti”. Villa ha precisato che la società non fallirà ma si trasferirà altrove dove i costi sono più sostenibili.

“Avevo dato la disponibilità per un anno”

Villa ha sottolineato che, quando era stato chiamato a rilanciare la squadra avesse dato la sua disponibilità a ricoprire la carica di presidente per un solo anno. “Non si è fatto avanti nessuno e l’ho fatto per un secondo anno – ha osservato – Ma la mia aspirazione è di fare il mister non il presidente. In questo periodo ho portato a Gessate un centinaio di ragazzi, ma mi chiedo se in paese interessa veramente avere il calcio. In gennaio ho dato le dimissioni che saranno operative a giugno”. Secondo Villa per poter andare avanti il calcio a Gessate ha bisogno di persone che si impegnino e di uno sponsor.

Leggi anche:  Gessate vandalismo al parco di Villa Daccò

 

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE