Finisce in un trionfo per la Giana:

Giana travolge il Prato

Finisce in un trionfo per la Giana. Nella ripresa l’unico brivido per i biancoazzurri arriva dai riflettori che si spengono. Poi, quando torna la luce, la Giana chiude la partita. In 2′ prima Bruno poi Chiarello, entrambi in contropiede, portano a quattro le segnature. Albè regala minuti anche a Gullit, Bardelloni, Capano, Sosio e Greselin. Okyere ha due buone palle per la gioia personale, ma difetta di precisione.  C’è poi gloria anche per Bonalumi, di testa segna il  5-0. Mercoledì si torna in campo a Renate per la Coppa Italia. Domenica trasferta a Lucca.

Giana Prato torna la luce

L’impianto ripende a funzionare. Squadre in campo. Si riparte dal 2-0.

Giana Prato saltano le luci

Partita momentaneamente sospesa dopo 9′ del secondo tempo. All’improvviso si sono spenti  i riflettori dello stadio.

Giana – Prato fine primo tempo

Doppio vantaggio all’intervallo per la Giana, che ha anche il vantaggio numerico. Avanti meritatamente i gorgonzolesi, che trovano il vantaggio al 38′ con un destro al volo di Perico dal limite dell’area, che suggella un netto predominio territoriale. La reazione dei toscani non si fa attendere. Al 40′ Marzorati colpisce di testa su una punizione di Ceccarelli: ne esce un pallonetto che si stampa sulla traversa. Un minuto più tardi pasticcio del portiere ospite Sarr, che cicca un rinvio e poi stende Chiarello: punizione ed espulsione. Sulla palla Sasà Bruno che pesca la deviazione della barriera che batte il neo entrato Alastra. 2-0 a fine primo tempo.

Leggi anche:  Giana, Cesare Albè lascia la panchina. Per lui pronta una scrivania

 

Le scelte degli allenatori

Le formazioni ufficiali
Giana (4-4-1-1): Taliento, Perico, Bonalumi, Montesano, Foglio, Iovine, Marotta, Degeri, Chiarello, Perna, Bruno.
Prato (4-3-3): Sarr, Guglielmelli, Martinelli, Marzorati, Badan, Marini, Bonetto, Fantacci, Ceccarelli, Vangi, Piscitella.

Giana e Prato in campo al Città di Gorgonzola

Partita importantissima per la formazione di mister Cesare Albè, che affronta il Prato penultimo in classifica. In palio tre punti pesantissimi per allontanarsi dalle zone della bassa classifica.