Ha corso per 87 chilometri sugli impervi sentieri di montagna fino a tagliare per prima il traguardo della Grande corsa bianca. Questo è l’ultimo successo che si aggiunge alla collezione di allori sportivi di Melissa Paganelli.

Dal ring alle vette della Grande corsa bianca

La venticinquenne brembatese, dopo aver eccelso nel kick boxing e nel pugilato, ha iniziato ad appassionarsi anche alla corsa, collezionando numerosi riconoscimenti di prestigio anche in questa disciplina. La Grande corsa bianca è una di queste; si tratta di una manifestazione che si poteva percorrere da giovedì a sabato scorso.

La gara

Si snodava su un percorso lungo quasi novanta chilometri interamente tracciato su un terreno difficile e impervio in alta montagna. Partiva da Monno (località della Valtellina in provincia di Brescia), si snodava tra i territori dell’Adamello e di Mortirolo fino all’omonimo rifugio sul lago, per poi scendere fino a Vezza e quindi arrivare a Ponte di Legno. E Melissa l’ha percorso quasi interamente di notte. E’ partita il venerdì sera e ha continuato a correre fino al pomeriggio del giorno successivo.

L’articolo completo sul prossimo numero della Gazzetta dell’Adda in edicola da sabato 17 febbraio e nell’edizione online per smartphone, tablet e pc

Leggi anche:  Giana, che disastro: 0-4 dalla Pianese!