Olimpia, un amore lungo cinquantadue anni. Questo è il sentimento che lega le scarpette rosse con il truccazzanese Sergio Campari.

Passione senza fine

Da una parte l’Olimpia Milano, la squadra di basket del capoluogo meneghino, dall’altra Campari, tifoso sfegatato che da cinquantadue anni non salta una partita. La prima nel 1966, appena dopo aver preso la patente. Da lì, mai un’assenza. “Ho girato tutta l’Italia, sempre in macchina – ha raccontato – Bologna, Treviso, Livorno, ma anche l’Europa. C’ero a Losanna, quando abbiamo vinto la coppa dei campioni”.

L’intervista con gli aneddoti dello speciale tifoso sul numero del giornale disponibile in edicola e nella versione sfogliabile on line da sabato 8 settembre.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI