Nella splendida cornice del Gardanella Sport Village, è stata presentata la nuova edizione di “Open Garganella” il torneo di tennis femminile su terra rossa con giocatrici di seconda categoria arrivato alla quinta edizione, con un crescendo di interesse, confermato anno dopo anno dal numero delle atlete iscritte.

Su il sipario sull’Open Gardanella

A presentare il torneo alla stampa erano presenti  Franco Arcidiacono, promotore del torneo, Egidio Cafarelli, presidente Gardanella Sport Village, Enzo Continella, direttore tecnico del torneo, Walter Schmidinger, consigliere regionale della Federazione italiana tennis, Franco Ornano, assessore del Comune di Peschiera Borromeo, e una rappresentanza delle atlete iscritte al torneo, Valentina Losciale, 22 anni, e Michela Verpelli, 24 anni. Il tennis femminile su terra rossa tornerà ad essere protagonista dal 1 al 15 giugno. In caso di maltempo, peraltro, lo Sport Village per l’occasione, oltre ai campi scoperti, potrà contare anche sull’apertura di due campi coperti. «Sforzo non indifferente, vista la stagione» precisa con soddisfazione il presidente del Gardanella Village, Egidio Cafarelli. «Questa quinta edizione – spiega Franco Arcidiacono patron del torneo – è importante per tutta l’organizzazione che in questi anni abbiamo collaudato efficacemente. In passato ci siamo fatti conoscere grazie all’ottima ospitalità del Gardanella Sport Village, grazie ai campi gestiti alla perfezione. Abbiamo ricevuto tanti attestati sull’ottima qualità dei campi da gioco, e sull’alto profilo delle atlete partecipanti. Vista l’attenzione crescente verso il nostro torneo, abbiamo investito per il futuro. Il valore del montepremi quest’anno ammonta a tremila euro. Abbiamo aperto il sito “Open Gardanella”, e durante lo svolgimento del torneo, sarà aggiornato in tempo reale per seguire tutti risultati. Abbiamo rinnovato la comunicazione, rendendola più efficace e performante. Abbiamo la strenua volontà di mantenere e perseguire obiettivi ambiziosi. Vogliamo far crescere il torneo facendo fare esperienza alle atlete di quarta categoria, dando loro, il modo di confrontarsi con le professioniste di seconda. Vogliamo dare visibilità al tennis femminile e far sì che sempre più giovani si avvicinino a questo magnifico sport. Proprio per questo il pubblico potrà assistere a tutte le gare del torneo gratuitamente. Infine, a controprova della qualità che esprimono i nostri match, abbiamo avuto la conferma che quest’anno la fase finale del torneo sarà trasmessa in tv da Supertennis. Un torneo aperto a tutte le giocatrici d’Europa che si affaccia su un panorama internazionale. La vera sfida, in futuro, sarà quella di riuscire a far sì che questo torneo possa rientrare nel circuito ITF. Tutto questo – conclude il vulcanico presidente della Polisportiva Accademia Borromea –  lo possiamo fare grazie alle sinergie che abbiamo messo in campo con il comune di Peschiera Borromeo che ci è vicino in ogni occasione». Il consigliere regionale della Federazione Italiana Tennis Walter Schmidinger ha seguito con interesse la crescita di questo evento, anno dopo anno: «La seconda categoria in particolare – spiega il dirigente della FIT – si distingue per il livello elevato delle atlete in gara. Le tenniste si confrontano, si misurano con avversarie forti, e per loro è importante ottenere punteggio e crescere a livello di classifica» . Enzo Continella, direttore del torneo ha spiegato l’alto livello tecnico che è andato in campo l’anno scorso: «L’edizione 2018 se l’è aggiudicata Alberta Brianti con un passato da 55° al mondo e un titolo Wta di singolare, al termine di una fase finale di alto livello. Non proprio l’ultima arrivata».

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI