Una targa per ricordare Marino, uomo di sport morto a 46 anni. Il carugatese è stato omaggiato dall’intera comunità a quindici anni dalla sua scomparsa.

Una targa per ricordare Marino

E’ morto a 46 anni, dopo aver contribuito in maniera convinta e attiva allo sviluppo della comunità di carugate. Marino Bassi ha contribuito alla nascita dell’Università tempo e cultura, alla pubblicazione del bollettino comunale Vivere a Carugate, di cui è stato il primo direttore, all’istituzione della Festa dello Sport e di altre iniziative di natura culturale, artistica e sportiva che sono diventati appuntamenti tradizionali nella vita del paese di Carugate.

Uomo di sport morto a 46 anni

“Marino amava lo sport, amava le persone che praticavano lo sport e amava quelle realtà che le persone avevano scelto per fare sport: le numerose società sportive presenti a Carugate – ha spiegato Luigi Vescovi, amministratore delegato di Gesti Sport – Non è mai stato un sentimento astratto ma un’iniziativa che, soprattutto quando è stato assessore, ha aiutato il mondo sportivo carugatese a crescere”.

Leggi anche:  La tradizione del falò a Carugate FOTO e VIDEO

“Ha fatto crescere il territorio”

E’ arrivato anche l’omaggio dell’Amministrazione. “Nell’anniversario della sua scomparsa vogliamo ringraziarlo e, attraverso il suo ricordo, vogliamo rivolgere la nostra gratitudine anche a tutti coloro che si sono spesi al fine di far crescere il nostro territorio e la nostra comunità”, ha detto il sindaco Luca Maggioni. La giornata si è conclusa con l’esibizione di nuoto sincronizzato con Gemma Galli, atleta della Nazionale Italiana, e con la dimostrazione della giavellottista italiana Sara Jemai.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.