Una targa per ricordare Marino, uomo di sport morto a 46 anni. Il carugatese è stato omaggiato dall’intera comunità a quindici anni dalla sua scomparsa.

Una targa per ricordare Marino

E’ morto a 46 anni, dopo aver contribuito in maniera convinta e attiva allo sviluppo della comunità di carugate. Marino Bassi ha contribuito alla nascita dell’Università tempo e cultura, alla pubblicazione del bollettino comunale Vivere a Carugate, di cui è stato il primo direttore, all’istituzione della Festa dello Sport e di altre iniziative di natura culturale, artistica e sportiva che sono diventati appuntamenti tradizionali nella vita del paese di Carugate.

Uomo di sport morto a 46 anni

“Marino amava lo sport, amava le persone che praticavano lo sport e amava quelle realtà che le persone avevano scelto per fare sport: le numerose società sportive presenti a Carugate – ha spiegato Luigi Vescovi, amministratore delegato di Gesti Sport – Non è mai stato un sentimento astratto ma un’iniziativa che, soprattutto quando è stato assessore, ha aiutato il mondo sportivo carugatese a crescere”.

Leggi anche:  La casa della Dama con l'Ermellino è in Martesana: per la prima volta si aprono le sue porte

“Ha fatto crescere il territorio”

E’ arrivato anche l’omaggio dell’Amministrazione. “Nell’anniversario della sua scomparsa vogliamo ringraziarlo e, attraverso il suo ricordo, vogliamo rivolgere la nostra gratitudine anche a tutti coloro che si sono spesi al fine di far crescere il nostro territorio e la nostra comunità”, ha detto il sindaco Luca Maggioni. La giornata si è conclusa con l’esibizione di nuoto sincronizzato con Gemma Galli, atleta della Nazionale Italiana, e con la dimostrazione della giavellottista italiana Sara Jemai.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.